Spedizioni gratuite per ordini superiori a € 79,90

Altalax 60cpr

Altalax 60cpr
  • € 15,00

Integratore alimentare utile per favorire il fisiologico transito intestinale.
       Cassia (Cassia alexandrina)
Le foglie della specie Cassia alexandrina, comunemente e in modo generico indicata colnome di senna, possiedono proprietà lassative già note da secoli. Come perl'aloe, l'azione purgativa è determinata dai derivati antracenici e in particolaredagli antrachinonici combinati sotto forma di glicosidi.
       Aloe (Aloe barbadensis)
I componenti principali sono dei glicosidi che metabolizzati in agliconi agisconostimolando la motilità del colon: l’emodina liberata è trasformatadai batteri in antrone che aumenta la peristalsi e la produzione di muco.
       Rabarbaro (Rheum officinale)
Per la presenza dei tannini, a dosi elevate diventa un ottimo lassativo. La sua azione sisitua a livello dell’intestino crasso ove determina inibizione del riassorbimentodi acqua e aumento della peristalsi intestinale.
       Anice verde (Pimpinella anisum)
I semi di Anice possono essere considerati validi regolatori dei processi digestivi edefficaci carminativi. L’azione eccitante dell’Anice verde sulla peristalsi,nei casi di atonia intestinale, e la contemporanea azione antispastica, ne giustificanol’impiego nella dispepsia, negli spasmi gastrointestinali e nel meteorismo.
       Finocchio (Foeniculum vulgare)
Viene da sempre impiegato nei disturbi dispeptici, nel meteorismo e negli spasmi deltratto gastrointestinale. Associato ai lassativi antrachinonici corregge l’atoniache spesso risulta dall’uso di tali preparati.
       Camomilla (Chamomilla recutita)
Conosciuta da sempre come pianta ad attività antispasmodica particolarmenteindicata per sedare manifestazioni dolorose come le coliche intestinali.
       Altea (Althae officinalis)
La grande quantità di mucillagini in essa contenuta funge a livello intestinale daadsorbente delle tossine, lenitivo e antispasmodico.
       Valeriana (Valeriana officinalis)
La Valeriana agisce favorevolmente sull’agitazione motoria e come antispamodiconegli spasmi gastrici e colici.
       Melissa (Melissa officinalis)
È tradizionalmente impiegata nel trattamento sintomatico degli stati neurotonici.Possiede un’azione tranquillizzante, antispasmodica e carminativa.

Ingredienti
 per dose giornaliera (0,8 g)
Cassiaalessandrina (Cassia alexandrina) foglie0,28 g
Aloe (Aloe vera) succo essiccato delle foglie0,21g
Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma0,03g
Anice verde (Pimpinella anisum) frutti0,03g
Finocchio (Foeniculum vulgare) frutti0,03g
Camomilla (Chamomilla recutita) fiori0,03g
Valeriana (Valeriana officinalis) radice0,03g
Melissa (Melissa officinalis) foglie0,008g
Altea (Althaea officinalis) foglie0,008g
Altri ingredienti: cellulosa microcristallina; magnesiostearato vegetale; cutina.

Modalità d'uso
2 compresse alla sera da deglutire con mezzo bicchiere di acqua tiepida, prima di andarea letto.

Avvertenze
Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini si raccomanda di sentire il pareredel medico.
Non superare la dose giornaliera raccomandata.
Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.
Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata.

Formato
Confezione da 25 g

Bibliografia
  -   A.V., PDR Integratori nutrizonali, CEC Edizioni, Milano 2003;Brigo B., Fitoterapia e gemmoterapia nella pratica clinica, La Grafica Briantea, Como1991.
  -   Campanini E., Manuale pratica di gemmoterapia, Tecniche Nuove,Milano 1996.
  -   Campanini E., Dizionario di fitoterapia e piante medicinali,Tecniche Nuove, Milano 2004.
  -   Camporoese A., Oli essenziali e malattie infettive, TecnicheNuove, Milano 1998.
  -   European Scientific Commission on Phytotherapy., Monographs onthe medicinal use of plant drugs 1997.
  -   Rossi M., Tinture Madri in Fitoterapia, Studio Edizioni,Milano, 1992.
  -   Ross J., Combining western herbs and chinese medicine,Greenfield Press, Seattle 2003.
  -   Palamidessi T., Il corso degli atri e le malattienell’uomo, Edizioni Arkeios, Roma 1990.
  -   Pizzorno J, Murray M., Joiner-Bey H., Guida clinica allamedicina naturale, Tecniche Nuove, Milano 2008.
  -   Bigo B., Oligoelementi e litoterapici nelal pratica clincia,Tecniche Nuove, Milano 1999.
  -   Camporese A., Oli essenziali e malattie infettive TecnicheNuove, Milano 1998.
  -   Campanini E., Ricettario medico di fitorerapia, Tecniche Nuove,Milano 2000.